Convegno Erickson, un’opportunità da cogliere al volo!

Venerdì 8 marzo e Sabato 9 marzo 2019 si è tenuto, presso il Palacongressi di Rimini, il Convegno internazionale: “Sono Adulto! Disabilità. Diritto alla scelta e progetto di vita”. Tutto questo è stato possibile grazie a Le Edizioni Centro Studi Erickson di Trento, casa editrice e centro di formazione che si occupa principalmente di educazione, psicologia, didattica, lavoro sociale e welfare.

Un gruppo di educatori del Granello ha scelto di poter partecipare a questo convegno, che è stata un’occasione di crescita professionale sia per loro, sia per il Granello stesso.

L’evento era rivolto principalmente sia a coordinatori e dirigenti di servizi sociali e sanitari che si occupano di persone con disabilità, sia agli educatori, assistenti sociali, psicologi e altri operatori sociali e sanitari che lavorano nell’ambito della disabilità adulta o che desiderano trovare occupazione in questo ambito.

Gli educatori del Granello presenti al convegno

È sicuramente stata un’occasione per riflettere sull’inclusione delle persone con disabilità, per smettere di considerarli “eterni ragazzi”, per mettere da parte i pregiudizi e per rafforzare il diritto di scelta sul proprio futuro.

I temi trattati sono stati i più disparati, accomunati dagli articoli della convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, per rimarcare l’importanza di non soffermarsi sulla diagnosi, ma andare oltre e valutare quelle che sono le esigenze dell’individuo e i suoi diritti.

Il Convegno è stato il frutto del lavoro di un gruppo di esperti coordinato dalla Ricerca&Sviluppo Erickson. Vale la pena menzionare i due fondatori: Fabio Folgheraiter, professore di Metodologia del lavoro sociale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Dario Ianes, docente ordinario di Pedagogia e Didattica Speciale presso l’Università di Bolzano.

3 dei 50 articoli della Convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità

Una risposta a “Convegno Erickson, un’opportunità da cogliere al volo!”

Rispondi a Michael Annulla risposta