A tu per tu con Fabiola!

Io sono Fabiola, sono una volontaria del Granello da ormai qualche anno e vengo da Cislago. Vengo qui al Granello perché fare volontariato è una cosa che mi piace e che ho sempre sognato… soprattutto in questo luogo, che tanti anni fa è partito con poche persone di cui io facevo parte. Per me è una medicina, perché secondo me merita tantissimo stare in mezzo a questi ragazzi.

Di cosa ti occupi precisamente?

Io cerco di dare la mia disponibilità un pomeriggio a settimana, faccio un po’ di tutto in base alle esigenze e a quello che c’è da fare!

È stata una tua iniziativa venire qua?

È nata un po’ di anni fa parlando con Luca … mi sembra quasi di portare avanti quello che faceva mia mamma: un gruppo di donne si trovava la sera a fare dei lavoretti e io ho voluto dare la mia disponibilità qui come fece lei.

Come hai conosciuto il granello?

Sono qui da quando è stato fondato … eravamo 3 o 4 persone massimo, io ero qui assieme a mio marito.

Cos’è per te il granello?

Per me come ho già detto è una medicina, mi piace stare in mezzo ai ragazzi e interagire con loro … forse sbaglio perché mi affeziono anche troppo, però è una cosa che faccio appena posso, devo essere presente.